Recensione: “Il cammino del sapiente” di Federica Soprani

All’interno della Torre dei Sapienti, Briden si sente finalmente a casa. La soddisfazione che prova nel Cammino è qualcosa di unico e imbattibile, niente potrebbe farlo stare meglio della solitudine di questo luogo, attorniato solo dalla compagnia dei propri Fratelli. Ma il passato bussa doloroso alla sua porta, richiamandolo urgentemente a Roccabruna, presso la casata dei Lanser, un tempo la sua famiglia, per far fronte a dei doveri che non può davvero ignorare. Un’alleanza rischia di spezzarsi e solo con la diplomazia potrà fare chiarezza nei malintesi sorti tra le parti. A conclusione di tutto, Briden potrà diventare un Sapiente, ma quale sarà il prezzo per la conoscenza dell’ignoto?

Continue reading

Recensione: “L’intervallo di incertezza” di Maria Capasso

Ogni volta che l’estate si presenta, Eloise parte da Parigi per raggiungere Villetta Barrea, luogo d’infanzia che ha il sapore della famiglia. Una parola che ormai non sembra più appartenere alla donna, che arrivata a quarant’anni si è lasciata alle spalle un matrimonio fallimentare e due figli ormai più adulti che bambini. Quest’anno tocca alla diciannovenne Delphine passare le vacanze con lei, senza però rinunciare alla compagnia di Dany, un amico o forse qualcosa di più.

Un evento fondamentale e fatale, una collisione tra due anime, quelle di Eloise e Dany, che non dovrebbero provare un certo tipo di attrazione, almeno per la consuetudine sociale, ma che si sfiorano con delicatezza attraverso la mente e i reciproci interessi, in uno scambio reciproco di sentimenti profondi e senza controllo.

Continue reading

Review Party: Recensione di “Come le ali del pettirosso” di Giordano Alfonso Ricci

Augusto ha suddiviso la propria vita secondo criteri precisi e scomparti stagni non modificabili. Con il peso degli anni trova sempre più rassicurante rifugiarsi nella monotonia anziché sfuggirle, evitando il più possibile le emozioni e soprattutto i ricordi. Attaccarsi a questi vorrebbe dire soffrire e porsi inutilmente domande che non hanno una risposta, ricominciando ad arrovellarsi su ciò che non può essere spiegato con la logica, arrivando di conseguenza a torturarsi interiormente. Solo l’impavida governante Rodica potrà fare breccia in lui e ricordargli ciò che è importante nella vita e a fargli inseguire l’amore nonostante la paura attanagliante.

Continue reading