Cover Reveal: “Everland – Attraverso lo specchio” di Luigi Nunziante

Provo sempre un moto d’orgoglio quando una persona che da anni stimo riesce a mostrare al mondo i risultati del suo lavoro.
Questo articolo è dedicato al libro di Luigi Nunziante, un blogger fantastico che non ha davvero bisogno di presentazioni: l’entusiasmo che mette in qualsiasi nuova avventura è da esempio per tante persone. 
Per diversi mesi ha stuzzicato la curiosità di molti (me compresa) in merito al progetto Everland, una storia fantastica nata dalla sua mente geniale.
Sono felice di presentarvelo, quest’oggi, e ringrazio la Decima Musa Edizioni per aver deciso di pubblicarlo.
Il libro sarà disponibile dal 20 settembre, ma occhi aperti: domani e dopodomani il libro sarà in prevendita in edizione limitata con gadget!
Titolo: Everland – Attraverso lo specchio
Autore: Luigi Nunziante
Editore: Decima Musa Edizioni
Tipologia: Brossura con sovracopertina lucida
Genere: Urban Fantasy
Prezzo: 16,00
Uscita: 20 settembre 2018
Trama:
“Tutte le storie iniziano da qualche parte”. 
Quella di Lara inizia esattamente con un trasloco, il trasferimento a Wichita voluto dal padre, al fine di superare il lutto per la perdita della madre. Costretta a dover ricominciare “tutto da capo” Lara non immagina che l’incontro con Damian, il giovanissimo vicino di casa, è solo l’inizio di una folle e stravagante avventura che porterà entrambi in un altro mondo: Everland. 
Tra amori e incantesimi, e tanti personaggi noti, Lara e Damian dovranno far ritorno a casa grazie ad un incantesimo… in un mondo dove però la magia non esiste.

Release Blitz: “L’ultimo sorriso” di Alfonso Pistilli

Con la nascita della Collana Policromia, esce negli store “L’ultimo sorriso” di Alfonso Pistilli, di cui trovate le informazioni specifiche di seguito. Che ne pensate?
TITOLO: L’ultimo sorriso
AUTORE: Alfonso Pistilli
PAGINE: 158
PREZZO E-BOOK: 4,99 euro
PREZZO CARTACEO: 15 euro
LINK D’ACQUISTO: https://amzn.to/2mq299S
L’Ultimo sorriso nasce dall’urlo interiore contro le ingiustizie subite da un’intera città, Bari, all’epoca dei fatti legati all’indagine del calcioscommesse, ma se ne distacca lasciandolo sullo sfondo di una vicenda che si intreccia attorno a un misterioso omicidio. Alessandro si ritrova nel mezzo e sarà costretto a tirare fuori le unghie.
BIOGRAFIA AUTORE:
Alfonso Pistilli 
Nato a Bari il 5 luglio 1978.
Laureato in economia e impiegato amministrativo in un’azienda della Grande Distribuzione. Grande appassionato di sport, di lettura, viaggi, trading.
Sposato da nove anni con Nicoletta.
Ho frequentato tre corsi di scrittura creativa tenuti dallo scrittore Tommy Di Bari.
Ho ricevuto lezioni di scrittura dal mio carissimo amico e maestro Ruggero Ruggiero, scrittore ex editor.
Perché scrivo? Perché amo immergermi in me stesso attraverso gli altri.

Review Party: Recensione di “Quasi colpevole” di Paolo Pinna Parpaglia


« Gli passarono davanti le immagini di vent’anni di amicizia e soprattutto delle volte in cui lo aveva difeso quando qualcuno gli chiedeva come potesse essere amico di uno strano come lui. “Non è quello che sembra”, rispondeva convinto. Avevano ragione, Cristo se avevano ragione. La rabbia montò impetuosa. »


Una forte amicizia può affrontare qualsiasi difficoltà. Ma questa volta, il concetto sembrerebbe vacillare.
Gabriele, Christian, Quirico ed Enrico, amici degli anni della giovinezza, si ritrovano adulti ad impattare contro un fatto ben più grave di una sbandata adolescenziale: l’accusa di omicidio per Enrico. Quirico, avvocato,  cerca di non avere a che fare con questa storia, ma non può opporsi di fronte al telegramma dello scapestrato amico, in cui gli annuncia di averlo nominato suo difensore.
Enrico si fida solo di lui, non vuole nessun altro. Sarà davvero lui il colpevole, o come dice sempre: “Non è quello che sembra”?

“Quasi colpevole” mi ha involontariamente ricordato un altro libro recentemente letto che segue più o meno la stessa struttura e le stesse atmosfere. Ma tolto questo elemento non voluto, Paolo Pinna Parpaglia ha saputo intrattenermi con una storia interessante, in cui i personaggi descritti sono ben definiti, riconoscibili fin da subito.

Nel quartetto, Enrico e Quirico spiccano come opposti: il primo, ribelle e spregiudicato, pronto a farne una più del diavolo inconsapevole dei rischi, fino all’ultimo, che l’ha portato a finire dietro alle sbarre con esito pressoché inevitabile. Il secondo, prudente e passivo, che vorrebbe avere la forza di dire la sua ma si ritrova costantemente trascinato nei colpi di testa degli altri compagni. Non gli piacciono i cambiamenti, tanto da sentirsi quasi male quando da cause civili passa alla sua prima penale.

Se siete stanchi degli avvocati freddi e calcolatori, preparatevi ad un indagatore goffo e inesperto, che saprà divertirvi nonostante la situazione.

Ciò che spicca è l’imprevedibilità della storia, che svia e confonde per esplodere in un finale inatteso che con prepotenza si impone e colpisce i sensi e la mente del lettore.

Uno scrittore che è una lieta sorpresa, e che d’ora in poi seguirò con sincero piacere!